Inclusione

B.E.S. e Inclusione: Siamo tutti speciali? I B.E.S. come Bisogni Educativi degli Studenti

articolo di GIANFRANCOMARINI

Il Problema

Il problema dell’inclusione scolastica viene normalmente collegato a quello dei BES – Bisogni Educativi Speciali e affrontato in una prospettiva “medica” fondata su una complessa classificazione delle disabilità. Nell’articolo si propone un diverso approccio che muove dal primato della pedagogia e considera tutti gli studenti come portatori di Bisogni Educativi Speciali. Quindi si propone di intendere con l’acronimo BES i Bisogni Educativi degli Studenti, di tutti gli studenti

v

Interessante documento di Roberta Focchiatti

Promuovere l’apprendimento nella scuola del primo ciclo che presenta
Premessa Didattica inclusiva – Prima parte Apprendimento – Seconda parte Abilità di studio

Una scuola che ‘include’ è una scuola che ‘pensa’ e che ‘progetta’ tenendo a mente proprio tutti. Una scuola che, come dice Canevaro, non si deve muovere sempre nella condizione di emergenza, in risposta cioè al bisogno di un alunno con delle specificità che si differenziano da quelle della maggioranza degli alunni ‘normali’ della scuola. Una scuola inclusiva è una scuola che si deve muovere sul binario del miglioramento organizzativo perché nessun alunno sia sentito come non appartenente, non pensato e quindi non accolto. (P. Sandri, Scuola di qualità e inclusione, Università di Bologna)

Promuovere l’apprendimento nella scuola del primo ciclo

barra separatoria

customLogo                     Dislessia passodopopasso2

02 DOCENTI (COME AIUTARE ALUNNI DSA, LINEE GUIDA TUTTE LE MATERIE, USO DI LIM, IPAD)

barra separatoria

download

‎Un elenco di incontri, videoconferenze che riguardano l’inclusione a cura della Pearson